Assiomi comunicazione – Paul Watzlawick

I settori della comunicazione umana

Assiomi comunicazione: in questo articolo affronteremo le seguenti tematiche

  • assioma significato
  • 3 assioma della comunicazione
  • assioma comunicazione
  • è impossibile non comunicare
  • significato di assioma
  • 5 assiomi della comunicazione
  • comunicazione assiomi

Assiomi comunicazione – La comunicazione umana può essere suddivisa in tre settori fondamentali:

  1. Sintassi in relazione alla teoria della comunicazione come ad esempio codici di comunicazione e canali di comunicazione
  2. Semanatica in relazione al significato della comunicazione come convinzione tra gli individui
  3. Pragmatica In relazione all’idoneità della comunicazione di influenzare il comportamento, cioè l’influenza che la comunicazione ha sul comportamento.

Paul Watzlawick definì un’interazione fondamenta tra comunicazione e comportamento dicendo che: tutto il comportamento è comunicazione e che il comportamento influenza la comunicazione

Assiomi della comunicazione Watzlawick – Assiomi della comunicazione umana.

Watzlawick assiomi della comunicazione

Paul Watzlawick definì i cosiddetti assiomi della comunicazione:

  1. E’ impossibile non comunicare;
  2. Livello di contenuto e livello di relazione;
  3. La punteggiatura della sequenza di eventi;
  4. comunicazione verbale e non verbale;
  5. interazione simmetrica e complementare;

Assiomi Comunicazione

Assiomi Comunicazione

Gli assiomi della comunicazione esempi – esempi di assiomi della comunicazione


Primo assioma della comunicazione – è impossibile non comunicare

Ogni comportamento veicola informazioni e che possono essere interpretate e produrre reazioni: non si può non comunicare.


Secondo assioma della comunicazione – Livello di contenuto e livello di relazione

Ogni comunicazione ha un aspetto di contenuto e un aspetto di relazione, il secondo classifica il primo secondo il termine della metacomunicazione.

Nella comunicazione c’è un contenuto ovvero “la notizia oggettiva in sé, il dato, l’informazione. l’opinione”.

nella comunicazione c’è una relazione: “il modo soggettivo di interpretare la notizia rispetto al suo significato relazionale”.

Un esempio di comunicazione del secondo assioma.

Al ritorno dalle ferie mi rendo conto che una cartella dove lavoro non si trova più al suo posto abituale, chiedo ad un mio collega dove sia e lei mi risponde si trova laggiù in fondo, le rispondo grazie e aggiungo alla risposta che ho percepito la sua comunicazione nei mie confronti non proprio gentile, lui se ne rende conto  si scusa e diventa gentile.

Ma perché è diventato gentile?

Perchè ho metacomunicato il suo messaggio:

Quando si comunica con qualcuno si comunica sempre a più livelli 

Quando la collega risponde alla domanda dell’ interlocutore allega insieme alla risposta le sue emozioni attraverso il tono della voce.

Per una comunicazione efficace e pragmatica si può imparare a metacomunicare ovvero a rendere armonici e coerenti il livello letterale a quello metacomunicativo.


Terzo assioma della comunicazione – La punteggiatura della sequenza di eventi

Nel terzo assioma della comunicazione, il senso della comunicazione, il suo significato, dipendono dalla punteggiatura che viene fatta dagli interlocutori, o che viene tracciata da un osservatore esterno.

Nello specifico la punteggiatura fa riferimento ad una comunicazione circolare bidirezionale, fa emergere il carattere convenzionale e incide sulla natura delle relazioni fra interlocutori.

La cultura del popolare ci fa condividere molte convenzioni in merito alla punteggiatura.

Leader

Facciamo un esempio utilizzando la figura del Leader con la quale solitamente di indica:

  • una persona che si comporta in modo risoluto in un gruppo
  • è una persona che ha una determinata punteggiatura nel suo comportamento.

Follower

Invece si chiama Follower una persona che aderisce al comportamento del Leader, al Maestro di vita, di una scuola, di una religione

Non si potrebbe definire la pozione e il ruolo dell’una senza l’altra figura 


Quarto assioma della comunicazione – La comunicazione verbale e non verbale

La comunicazione verbale:

Gli esseri umani comunicano sia con il modulo verbale che con quello non verbale.

Il linguaggio verbale ha una sintassi logica, assai complessa e di estrema efficacia, ma manca di una semantica adeguata nel settore della relazione

La Comunicazione non verbale:

Il linguaggio non verbale ha la semantica, ma non ha nessuna sintassi adeguata per definire in un modo che non sia ambiguo la natura delle relazioni

Interazione simmetrica e complementare:

Tutti gli scambi di comunicazione sono simmetrici o complementari, a seconda che siano basati sull’uguaglianza o sulla differenza.

Nei comportamenti simmetrici:

I comportamenti dei soggetti tendono a rispecchiarsi, a trovare le motivazioni l’uno nell’ altro.

Nei comportamenti complementari:

Il comportamento dell’uno completa quello dell’altro, differenziandosi notevolmente


Quinto assioma della comunicazione – La comunicazione simmetrica e complementare

Nella relazione simmetrica Emittente e riceventi si trovano in una posizione paritaria, come ad esempio tra fratello e sorella, due colleghi di lavoro e tra moglie marito.

Quando una relazione diventa negativa?

La relazione diventa negativa quando c’è uno sbilanciamento in cui un membro della coppia diventa troppo attivo e altro diventa passivo e viceversa.

La relazione è in equilibrio quando le persone sanno assumere in modo alternato posizioni attive e posizioni passive a seconda delle necessità della vita.

Quindi una relazione simmetrica è caratterizzata dalla quasi totale uguaglianza e dalla minimizzazione della differenza tra le parti,

La comunicazione complementare invece prevede che uno dei due comunicanti sia in posizione di dominanza e l’altro di sottomissione, l’effetto collaterale di questa comunicazione è lo sviluppo di una dipendenza che non aiuta a crescere i comunicatori.


Assiomi comunicazione – Concludendo

Fin dall’ inizio della vita ogni essere umano è coinvolto in un complesso processo di acquisizione delle regole della comunicazione.

Di tali regole noi siamo consapevoli solo in parte.

Tali regole vengono rispettate quando la comunicazione è efficace.

Tali regole vengono violate quando la comunicazione è disturbata.

I 5 assiomi descritti costituiscono il FONDAMENTO di ogni comunicazione:

Aiutano a leggere ogni forma di interazione tra persone.

Comunicazione efficace

Comunicazione efficace


Se volete comprendere bene il significato di Pragmatico inerente alla comunicazione, oppure site dei Leader e volete rinforzare la vostra Leadership o siete dei follower e volete comprendere appieno il significato del vostro ruolo senza sentirvi imprigionati nella sottomissione comunicativa, potete prendere un appuntamento gratuito con la dott.ssa Arianna Bertazzolo Psicologa Padova.

 

Contatta subito Arianna Bertazzolo, psicologo psicoterapeuta Padova per trasformare la tua comunicazione in una buona comunicazione assertiva

 

 

 

 

 

Puoi contattarmi

1 + 12 =

Share This

Condividi

Condividi con i tuoi amici!