Celiachia sintomi

In questo articolo ha lo scopo di aiutare ad affrontare il problema dell’adattamento alla dieta senza glutine per le persone affette da questa patologia, prima di fare ciò è importante capire come arrivare ad una corretta diagnosi di conclamata celiachia.

Glutine intolleranza al glutine, intolleranza al glutine sintomi, sintomi intolleranza al glutine, sintomi intolleranza glutine, sintomi celiachia…… Quanta Confusione e falsi miti!

Vi siete mai chiesti quali sono i sintomi della celiachia e qual è la differenza rispetto ad un’intolleranza al glutine?

Di seguito li elencherò in una lista di sintomi e di cose da far per avere una chiara risposta.

Sintomi celiachia nei bambini

Con la celiachia si hanno problemi digestivi o altri sintomi. I sintomi digestivi sono più comuni nei bambini e possono includere

  • gonfiore, o una sensazione di pienezza o gonfiore nell’addome
  • diarrea cronica
  • stipsi
  • gas
  • nausea
  • sgabelli pallidi, maleodoranti o grassi che galleggiano
  • mal di stomaco
  • vomito

Celiachia sintomi negli adulti – Sintomi adulti

Gli adulti hanno meno probabilità di avere sintomi digestivi e, invece, possono avere uno o più dei seguenti:

  • anemia
  • una lingua rossa, liscia, lucida
  • dolore alle ossa o alle articolazioni
  • depressione o ansia
  • dermatite erpetiforme
  • mal di testa
  • infertilità o aborto ripetuto
  • mancati periodi mestruali
  • problemi alla bocca come ulcere aftose o secchezza delle fauci
  • convulsioni
  • intorpidimento delle mani e dei piedi
  • stanchezza
  • ossa fragili

Gli adulti che hanno sintomi digestivi con la malattia celiaca possono avere

  • dolore addominale e gonfiore
  • blocchi intestinali
  • stanchezza che dura per lunghi periodi di tempo
  • ulcere o piaghe allo stomaco o al rivestimento dell’intestino

La celiachia può anche produrre una reazione in cui il tuo sistema immunitario, o il sistema di difesa naturale del tuo corpo, attacca le cellule sane nel tuo corpo. Questa reazione può diffondersi al di fuori del tratto digestivo ad altre aree del corpo, incluso il tuo

  • ossatura
  • articolazioni
  • sistema nervoso
  • pelle
  • milza

A seconda di quanti anni hai quando un medico diagnostica la tua celiachia, alcuni sintomi, come l’altezza corta e difetti dei denti, non miglioreranno.

Sintomi di celiachia – Dermatite erpetiforme

La dermatite erpetiforme è un’eruzione cutanea pruriginosa e vescica che di solito appare sui gomiti, ginocchia, glutei, schiena o cuoio capelluto. L’eruzione colpisce circa il 10% delle persone celiache. L’eruzione cutanea può colpire persone di tutte le età, ma è più probabile che compaia per la prima volta tra i 30 ei 40 anni. Gli uomini che hanno l’eruzione cutanea possono anche avere piaghe orali o, raramente, genitali . Alcune persone celiache possono avere l’eruzione cutanea e nessun altro sintomo.

Perché i sintomi della celiachia sono così variegati?

I sintomi della celiachia variano da persona a persona. I tuoi sintomi possono dipendere da

  • da quanto tempo sei stato allattato come un bambino? alcuni studi hanno dimostrato che più a lungo si è stati allattati al seno, successivamente compaiono i sintomi della celiachia
  • quanto glutine mangi
  • quanti anni avevi quando hai iniziato a mangiare glutine
  • la quantità di danni al tuo intestino tenue
  • i sintomi della tua età possono variare tra i bambini e gli adulti

Le persone celiache che non hanno sintomi possono ancora sviluppare complicazioni della malattia nel tempo se non ricevono un trattamento, l’unico trattamento della malattia attualmente disponibile è seguire una dieta priva di glutine

Celiachia – diagnosi

Si deve fare una netta distinzione per capire se vi è una celiachia conclamata di patologia attraverso una corretta batteria di esami per celiachia da non confondere con l’intolleranza al glutine.

Chi infatti è intollerante al glutine  non è detto che sia celiaco.

Come arrivare a capire la differenza tra intolleranza al glutine dalla celiachia conclamata?

Attraverso i seguenti esami, che possono essere prescritti dal medico di base o da uno specialista gastroenterologo che si suddividono in tre fasi

  1. esame del sangue per la ricerca di anticorpi transglutaminasi anti-tissutale (tTGA), anticorpi anti-endomisio (EMA) antigliadina (AGA). Quando questi anticorpi sono presenti è molto probabile che la persona possa essere celiaca, ma servono altre conferme
  2. Il test genetico è importante in senso negativo, ovvero il mancato riscontro degli aplotipi HLA-DQ2 e/o DQ8 rende assai poco probabile (almeno in una percentuale pressoché corrispondente al 95 %) che quell’individuo svilupperà una celiachia,
  3. Gastroscopia e prelievo dei villi duodenali, attraverso la quale si esegue l’esame obiettivo dello stato dei villi duodenali e verificandone lo stato di deterioramento

Quando tutte e tre queste componenti sono presenti con risultati positivi si è in presenza di una effettiva diagnosi di celiachia, con conseguenze psicologiche rilevanti per lo stile di vita alimentare e sociale della persona , la cui unica terapia è condurre una dieta completamente priva di glutine.

Celiachia – Alimenti per celiaci

Celiachia - Alimenti per celiaci

 

Quali sono gli alimenti per celiaci e quindi alimenti senza glutine?

La fotografia che trovate qui sopra vi mostra dal vivo quali sono gli alimenti senza glutine presenti nel periodo autunnale e invernale.

Celiachia – prodotti senza glutine

Se volete approfondire nello specifico i cibi attualmente raccomandati per la celiachie potete consultarla direttamente dal sito ufficiale Dell ‘Aic Associazione Italiana Celiaci

Celiachia – dieta celiachia

Se siete celiaci e dovete seguire una dieta senza glutine dovrete procurarvi dei cibi senza glutine che solitamente hanno un costo maggiore dei prodotti equivalenti con glutine.

A questo proposito vi sarà utile sapere che con la certificazione di celiachia, che potrete richiedere al vostro gastroenterologo dopo a gastroscopia, recandovi al distretto sanitario competente della vostra zona di residenza, potrete ottenere, un buono spesa mensile che varia da bambini, adulto maschio o femmina che vi consentirà di acquistare prodotti senza glutine in tutti i negozi, farmacie e supermercati che li accettano.

L’unica pecca di questa agevolazione è che i buoni per l’acquisto dei prodotti è valido quasi ed esclusivamente per pasta pane e panificati, comunque dolci compresi.

Attenzione però perché i prodotti senza glutine per loro composizione hanno un più alto indice glicemico rispetto ai normali cibi e conseguente valore energetico più alto. Questa raccomandazione è importante perché molte persone seguono per “moda” la dieta per celiaci, ma deve essere fatta con moderazione per non esporsi al rischio che una dieta continuativa e priva di razionalità negli anni possa poi portare ad diabete di tipo 2.

Celiachia – dieta celiachia e le ripercussioni a livello psicologico per tutta la famiglia

Quando per necessità s’intraprende una dieta per celiaci vi sono delle conseguenze psicologiche e sociali importanti da tenere in considerazione insieme alle modifiche del programma alimentare.

In famiglia chi è celiaco dovrà evitare le contaminazioni, ma cosa sono le contaminazioni?

Contaminazioni da glutine

Per esempio se si decide di cuocere due tipi di pasta, una pasta senza glutine e una pasta con glutine, l’operazione dovrà essere effettuata in due diverse pentole e mescolate con due diversi cucchiai per evitare che il senza glutine si contamini con il glutine, questa attenzione che a casa potrà essere appresa e automatizzata con il tempo, dovrà essere applicata a tutta la cucina di casa, stoviglie utilizzate esclusivamente dal celiaco, dispense separate e forni separati.

Celiachia e impatto psicologico e sociale

Immaginiamo però che si decida per una cena con gli amici al ristorante, quali sono le difficoltà a cui si va incontro?

I pazienti celiaci che si rivolgono al mio studio dicono di sentirsi rifiutati dai ristoranti, poiché i ristoratori non essendo attrezzati per il senza glutine, generalmente non servono pietanze ai celiaci motivando la questione così “per favorirne uno, non posso rimetterci con gli altri”.

Questo atteggiamento diffuso, ma non generalizzato, comporta una sorta di solitudine sociale che inizia ad annidarsi nella mente della persona celiaca che potrebbe portare ad una sorta di ritiro sociale accompagnato da forte rabbia quando si ricevono risposte come la precedente; non è raro che il celiaco eviti di uscire con gli amici a pranzo o a cena per questo motivo.

Sottoporsi ad una dieta celiaca inoltre comporta, come forma di adattamento e sublimazione, la ricerca di prodotti equivalenti che abbiano lo stesso sapore, un esempio ?

La pizza senza glutine!

In commercio ci sono diverse marche di pizza senza glutine, ma è molto difficile che si ritrovino gli stessi sapori della pizza tradizione, anche se negli ultimi tempi alcune pizzerie stanno investendo nella produzione di pizza senza glutine con forni dedicati ed impasto senza glutine all’altezza del gusto tradizionale.

Altra contaminazione importante è rappresentata dal caffè alla “macchinetta” dove non viene erogato solo caffè ma anche caffè d’orzo (che contiene glutine); i bar maggiormente attrezzati non producono caffè e caffè d’orzo con la stessa macchina, ma separate, una per l’ orzo, l’ altra per il caffè.

La raccomandazione è di non disperare e telefonare, prima di muoversi, ai ristoranti per richiedere un menù a parte, ma è innegabile l’impatto emotivo di questo nuovo modo di vivere la vita.

Celiachia – Una birra con gli amici

Si, ma birra senza glutine!

A riprova di quanto la celiachia abbia un impatto sulla vita sociale di ogni persona affetta, anche la birra in compagnia dovrà essere senza glutine, infatti tutte le birre hanno alto contenuto di glutine sia che derivino dal grano, dall’orzo e dal luppolo, non ci sono molti tipi di birra senza glutine, ma la trovate al supermercato in modo sempre più diffuso. Ciò che non troverete è birra senza glutine alla spina per non incappare nella contaminazione come ampiamente descritto precedentemente.

Se siete celiaci e vi siete riconosciuti nella lettura dell’articolo e sentite la necessità di uscire dalla frustrazione che le limitazioni vi stanno imponendo a livello familiare, sociale ed emotivo potete contattarmi per un colloquio gratuito e descrivermi la vostra situazione, non siete soli!

 

Contatta Psicologo Padova Arianna Bertazzolo

 

Fonti

https://www.niddk.nih.gov/health-information/digestive-diseases/celiac-disease/symptoms-causes

http://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx